Home » News

News

Obbligo di comunicazione lavoratori autonomi occasionali: Nota INL

12 gennaio 2022

 

Con Nota 11 gennaio 2022, n. 29, l'Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito le prime indicazioni in merito all'obbligo di comunicazione dell'utilizzo di lavoratori autonomi occasionali, introdotto dal D.L. n. 146/2021, in capo ai committenti che operano in qualità di imprenditori. 
Nel documenti si precisa che l'obbligo in questione riguarda i rapporti avviati:

  • dopo l'entrata in vigore della citata disposizione (ossia dal 21 dicembre 2021);
  • prima dell'entrata in vigore, ma ancora in corso alla data di emanazione della Nota in esame.

Per tutti i rapporti di lavoro:

  • in essere alla data di emanazione della Nota
  • iniziati a decorrere dal 21 dicembre e già cessati;

stante l'assenza di indicazioni al riguardo, la comunicazione andrà effettuata entro i prossimi 7 giorni di calendario e cioè entro il 18 gennaio compreso.
Per tutti i rapporti avviati successivamente alla data di pubblicazione della Nota, rimane fermo il regime ordinario, per cui la comunicazione andrà effettuata prima dell'inizio della prestazione del lavoratore autonomo occasionale, eventualmente risultante dalla lettera di incarico.
L'obbligo di comunicazione va effettuato all'ispettorato territoriale del lavoro competente per territorio mediante SMS o posta elettronica e comunque con le modalità di cui all'art. 15, D.Lgs. n. 81/2015

Esclusione IRAP per le persone fisiche

7 gennaio 2022

 

L'articolo 1, comma 8, Legge di Bilancio 2022 dispone delle modifiche in relazione alla soggettività passiva IRAP.
In particolare la norma dispone che a decorrere dal 2022 (periodo d'imposta in corso alla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio 2022) l'IRAP non è dovuta dalle persone fisiche esercenti:

  • attività commerciali,
  • arti e professioni,

di cui alle lettere b) e c), D.Lgs. n. 446/1997.
Sono inoltre interessate dall'agevolazione anche le imprese familiari. 

 

Reverse charge e cessioni di tablet, PC e laptop: Interpello

4 gennaio 2022

 

Con Risposta ad Interpello 31 dicembre 2021, n. 894, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all'applicazione del regime di inversione contabileex art. 17,  comma 1, lett. c), D.P.R. n. 633/1972, ad alcune specifiche fattispecie. 
In particolare, l'Agenzia ha chiarito che nel caso di vendite di tablet, PC e laptop effettuate nei confronti di:

  • clienti soggetti passivi utilizzatori finali dei beni: qualora il cessionario sia un soggetto passivo dovrà assolvere l'imposta e non sono previste eccezioni e/o integrazioni rispetto alla regola generale;
  • esportatori abituali a fronte di dichiarazione di intento: il reverse charge costituisce la regola prioritaria prevalendo rispetto al regime di non imponibilità previsto per gli esportatori abituali;
  • enti della Pubblica Amministrazione soggetti passivi IVA, nei cui confronti è applicabile il regime dello split payment: qualora l'operazione rientri in una delle fattispecie riconducibili nell'ambito applicativo del reverse chargenon trova applicazione  la disciplina della scissione dei pagamenti.  

Legge di Bilancio 2022 in G.U.

3 gennaio 2022

 

È stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 49 alla Gazzetta Ufficiale 31 dicembre 2021, n. 310, la Legge di Bilancio 2022, Legge 30 dicembre 2021, n. 234, contenente importanti misure a favore di imprese, lavoratori, famiglie, scuola, sanità, trasporti, ecc. Tra le misure e le agevolazioni fiscali introdotte si segnalano le seguenti:

  • modifiche alla struttura dell'IRPEF (riduzione a 4 aliquote applicabili, rimodulazione delle detrazioni per spese di produzione, ecc.);
  • esclusione IRAP per le imprese individuali e i professionisti;
  • proroga dell'esenzione IRPEF per redditi agrari e dominicali dei coltivatori diretti;
  • proroga delle detrazioni edilizie (recupero edilizio, eco e sisma bonus, bonus arredo, bonus facciate e bonus verde) e del Superbonus 110%, con l'apporto di alcune modifiche alla disciplina;
  • proroga della possibilità di opzione per cessione del credito/sconto in fattura;
  • incremento del limite annuo dei crediti compensabili mediante modello F24;
  • proroga per il 2021 della possibilità di sospensione, al ricorrere di determinate condizioni,  delle quote di ammortamento delle immobilizzazioni materiali ed immateriali; 
  • proroga con modificazioni del credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi edel credito d'imposta in ricerca e sviluppo;
  • rifinanziamento della c.d. "Sabatini-ter", con l'introduzione di alcune modifiche.

"Decreto Sostegni-bis": riscossione sospesa fino al 30 giugno

"Decreto Sostegni-bis": riscossione sospesa fino al 30 giugno - Servizi amministrativi e fiscali
Il Consiglio dei Ministri di giovedì 20 maggio 2021 ha approvato il "Decreto Sostegni-bis” che introduce ulteriori misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro,...

FATTURA ELETTRONICA / SERVIZI CLOUD

FATTURA ELETTRONICA / SERVIZI CLOUD - Servizi amministrativi e fiscali

PARTNERSHIP - Consulenza fiscale

PARTNERSHIP - Consulenza fiscale - Servizi amministrativi e fiscali

FISCALL

FISCALL - Servizi amministrativi e fiscali

News, quesiti, scadenzario